Da quando siamo ragazzine fino all’età adulta se pensiamo al ciclo mestruale la prima cosa che associamo è il mal di pancia!
Quei fastidiosissimi crampi che ci prendono poco prima che ci arrivino le mestruazioni o che durano per tutta la settimana del sanguinamento.
Come sarebbe bello liberarsene, vero?!
Ecco, oggi ti parlo di un integratore, di un minerale di cui avrai sicuramente sentito parlare ma che forse per la sua popolarità è un po’ bistrattato: il magnesio.

Perché è importante il magnesio?

Innanzitutto perché è uno dei minerali maggiormente presente nel nostro organismo e agisce su moltissime funzioni enzimatiche intervenendo in tutti i principali processi biologici.
Il suo ruolo è cruciale e la sua carenza ha effetti importanti perché rende difficile adattarsi allo stress e può portare ad una stanchezza cronica.
Nella donna questo si verifica maggiormente nella fase premestruale e durante le mestruazioni: è lì che percepiamo ansia, stress, irritabilità che probabilmente con una integrazione di magnesio potremmo ridurre.

Vediamo insieme come agisce

Il nostro stile di vita ci porta ad essere stressate, corri a lavoro, poi prendi i figli a scuola, portali a nuoto, prepara la cena, stendi la lavatrice…insomma ti suona familiare*?
Ecco nel momento in cui noi siamo affaticate e in modo continuativo, produciamo il cortisolo, l’ormone dello stress che influenza il funzionamento degli altri ormoni, tra cui anche quelli che governano il ciclo mestruale.
Il magnesio ha la capacità di regolare il cortisolo, creando un equilibrio che ci porta a sentirci meno stressate se è presente nel nostro organismo.

Stress e dolore

Come spesso mi hanno raccontato le donne che ho avuto l’onore di accompagnare nei miei percorsi di consapevolezza mestruale, le mestruazioni sono meno dolorose se vissute in un periodo di tranquillità, come durante le vacanze.
E dunque il legame fra stress e dolore non è solo confermato da numerosi studi scientifici, ma anche dalle esperienze di molte donne che, semplicemente, si sono ascoltate e hanno capito che le due cose sono correlate.
Certo, non ti sto dicendo di stressarti e poi prendere il magnesio come se fosse una panacea, da una parte ci deve essere un approccio di consapevolezza delle proprie energie (eccoti uno strumento utile) ma dall’altra possiamo aiutarci, laddove possibile, con minerali come il magnesio.

Come ti aiuta coi crampi?

Fondamentalmente il magnesio è un rilassante della muscolatura liscia dell’utero, per cui ti aiuta a mitigare la contrazione muscolare quando hai le mestruazioni.
Il magnesio riduce le prostaglandine infiammatorie e quindi permette di sentire meno dolore alleviando i crampi tipici di questa fase mestruale.
Inoltre se c’è una cosa importante (anch’essa banale ma comunque ignorata dai più) per la corretta produzione di ormoni che permette a sua volta di avere un ciclo regolare e non “devastato” dal dolore questo è… il corretto riposo!
Sì, il sonno notturno è importantissimo per molti processi di riparazione cellulare del nostro organismo, ma anche per la produzione di ormoni.
Il magnesio anche in questo caso giunge in nostro aiuto: concilia il sonno e lo rende meno agitato e più riposante.

Sindrome premestruale  e magnesio

Integrare il magnesio, soprattutto nella seconda fase del ciclo mestruale detta fase “luteale” (dopo l’ovulazione) aiuta ad attenuare i sintomi della fase premestruale come gonfiore, irritabilità, mal di testa
Puoi assumerlo anche attraverso il cibo perché è contenuto in moltissimi alimenti, ed una dieta sana e variata permette di introdurlo nel tuo organismo. Tuttavia a causa dei terreni di coltivazione sempre più poveri, in quanto massicciamente trattati e sfruttati dall’agricoltura intensiva che riduce la terra ad un suolo carente di sali minerali, il cibo può non rappresentare una fonte adeguata per assimilare tutto il magnesio di cui abbiamo bisogno.
Soprattutto con uno stile di vita come il nostro in cui regna sovrano lo stress che “consuma” il magnesio presente nel nostro organismo.
Ad ogni modo puoi sempre integrare gli alimenti ricchi di questo minerale: ad esempio frutta secca come noci, nocciole e mandorle, lievito, soia, semi di girasole, alghe, legumi, cacao, cereali integrali.
Inoltre il magnesio si trova facilmente dove c’è la clorofilla quindi in tutte le verdure a foglia verde.

Magnesio e naturopatia

A livello naturopatico il magnesio può essere utilizzato non solo come micronutriente (come abbiamo visto sopra) ma anche come micronutriente.
Si parla infatti di oligo-elementi, dall’unione delle due parole greche olos, che vuol dire poco, in modesta quantità, e elemento, cioè una sostanza semplice costituita da atomi della stessa specie e per questo scomponibile.
Gli oligo-elementi sono dunque sostanze semplici presenti in tutta la materia in piccole quantità, tra cui troviamo ferro, magnesio, rame ecc…Tutti elementi necessari alla vita umana.
In naturopatia si consiglia di associare l’assunzione dell’oligo-elemento magnesio con il macro elemento, o di assumerlo da solo per un’azione di terreno.

Insieme ad altri oligo elementi può diventare un modo utile per aiutare ad alleviare la sindrome premestruale e non solo.
La natura ci offre tutto basta conoscerla e accoglierla.

P.S.: Se vuoi un approccio consapevole e naturale per alleviare la tua sindrome premestruale e conoscere come sfruttare le tue energie ti consiglio la mia consulenza Lunarossa.

Photo by Michael Wave on Unsplash

Ciao, prenota una delle 3 chiamate mensili gratuite

che metto a disposizione: per conoscerci ma anche per individuare le tue difficoltà e fare il primo passo per superarle. Scrivimi, nessun obbligo di acquisto!

PRENOTA

Tutti i diritti sono riservati.